Anche quest’anno il Rotary vicino ai Carcerati di Latina

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’IMPEGNO DEL ROTARY CLUB LATINA A FAVORE DELLA CASA CIRCONDARIALE

Anche per queste feste natalizie il Rotary Club Latina non ha voluto mancare all’ormai tradizionale appuntamento che da qualche anno lo vede impegnato, in occasione delle festività natalizie, a favore della Casa Circondariale di Latina.

Una rappresentanza del Club, guidata dal Presidente Giuseppe Titone, ha provveduto a consegnare alla Direttrice Dott.ssa Nadia Fontana circa 250 pacchi dono da distribuire ai figli dei detenuti e al personale civile e militare della Casa. Sono stati donati anche 2 calciobalilla per i momenti di svago dei detenuti.

Un’iniziativa che ci auguriamo contribuisca a creare all’interno della struttura un clima disteso e sereno, più consono al periodo di questi giorni di festa.

Un’analoga iniziativa è prevista per le festività pasquali.

Un sentito ringraziamento va alla squadra che con il proprio impegno ha contribuito alla realizzazione all’iniziativa: Enzo Maio, coordinatore del progetto, con la Signora Enza, Giuseppe e Cristina Titone, Francesco e Bruna Tescione, Graziella Di Girolamo, Giuseppe e Attilio Gisotti, Galileo e Paola Costanzo, Nazzareno Graziosi, Roberto e Gabriella Micolitti. Soprattutto a un socio sponsor la cui generosità e il cui grande cuore sono pari solo alla sua innata riservatezza.

 

 

Visita Rotaract Al Birrificio East Side

Sabato 5 Novembre il Rotaract Club Latina ha fatto visita al Birrificio Eastside di Latina.

Una giornata all’insegna dell’amicizia, dell’ottima birra e della gustosa pizza offerta dal locale “Lievito Madre- Pizza al Naturale”.

Un’attività alla riscoperta del nostro territorio che ha permesso al Club di raccogliere un grande contributo per il Progetto Nazionale Torniamo a Scuola**.

Fieri di appoggiare e promuovere le aziende del nostro territorio con i suoi eccellenti prodotti.

#RotaractClubLatina #InsiemePerServire

 

**Il Progetto Nazionale consiste nel migliorare le condizioni di accesso all’istruzione di base nel territorio di Kabongo, al fine di aumentare i tassi di frequenza scolastica, con la realizzazione della prima ala del complesso scolastico e il rifornimento di tutto il materiale didattico necessario. 

Essa sarà destinata all’istruzione primaria che disporrà di sei classi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’effettivo dei Club come conservarlo ed estenderlo Interclub del 29/09/2016

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nel corso della conviviale in interclub del 29 settembre scorso, con ospite il relatore l’Ing. Catello MASULLO, Presidente della Commissione Distrettuale per l’Effettivo  che ci ha affascinato parlando del tema “ L’effettivo dei Club come conservarlo ed estenderlo”, oltre ad ascoltare l’interessante e originale presentazione fatta dal relatore, che ha avuto anche modo di rispondere a domande ed interventi che si sono generati come conseguenza, abbiamo avuto il piacere di far entrare nel nostro club due nuovi soci: Giuseppe Michelini e Matteo Peloso.

Giuseppe è Presidente della Confartigianato di Latina, Matteo, già rotaractiano, è inserito nel mondo del Lobbying, Relazioni Istituzionali, Comunicazione d’Impresa, Commerciale, PR.

Facciamo i nostri migliori auguri a Giuseppe e Matteo per una proficua attività da veri rotariani come soci del nostro club!

Conviviale con Relazione su Bullismo

Analisi e Prevenzione del “bullismo”.

Nuova iniziativa del Rotary di Latina !

Un fenomeno di disagio giovanile. Intervento dell’Avv.to Alessandro Saieva

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il Rotary Club di Latina è nuovamente intervenuto con una azione di prevenzione e di informazione sul grave fenomeno del bullismo.

Se ne è discusso nell’ambito della conviviale Rotary dello scorso 15 settembre, presso l’Hotel Europa di Latina.

L’importante iniziativa, svoltasi alla presenza di numerosi professionisti, imprenditori e soci rotariani, ha visto la relazione dell’Avvocato Alessandro Saieva, rotariano, che ha analizzato gli aspetti di carattere sociale, comportamentale e legale del fenomeno, evidenziandone puntualmente sia le cause che i gravi risvolti penali e civili che, sovente, ricadono anche sulle famiglie del “bullo” di turno.

“Il bullismo” è un problema sociale di estrema rilevanza in quanto espressione del disagio infantile ed adolescenziale, che emerge con maggiore frequenza proprio nelle aule scolastiche”, come ha evidenziato l’Avv. Saieva, e “l’Italia è il terzo paese dell’UE per intensità e gravità del fenomeno e rappresenta una nuova forma di devianza, propria dei giovani, che necessita di grande attenzione. Il fenomeno –continua Alessandro Saieva-  va scoperto, analizzato e compreso nelle sue diverse forme e sfaccettature, perché solo con un impegno costante si può favorire il recupero di un clima più sereno nell’ambito scolastico, in primis, e in quello familiare poi.”

La serata, presieduta dal Dott. Giuseppe Titone, Presidente del Rotary di Latina, ha registrato numerosi interventi e il confronto, incentrato sulle motivazioni che stanno alla base del “bullismo,” ha visto anche un interessante dibattito sul ruolo, non sempre facile, che hanno le Agenzie educative; in primis la scuola e la famiglia.

Riflessioni sono nate dagli interventi dei numerosi ospiti della serata: il giudice dott. Pietro Allotta, il dott. Gianluca Cassoni, l’Ing. Luciano Lepore, il dott. Giorgio Loddo, l’Ing. Giuseppe Gisotti, l’Ing. Innocenzo D’Erme, il Dott.Ivan Simeone, Vice Presidente del Club, la Preside Prof.ssa Anna Didonato, la prof.ssa Fiorella Falzago Docente del Liceo Scientifico Majorana di Latina e l’insegnante Adriana Grasso.

Alla serata erano presenti diversi ospiti tra cui il Prof. Franco Angelini, Giuseppe Michelini Presidente della Confartigianato e Francesco Milizia.

Ecco che il Rotary, ha sottolineato il Presidente Giuseppe Titone, lancia un grido di allarme sociale anche a Latina e vede nella prevenzione un elemento essenziale da attuare con precisi programmi che coinvolgano sia i giovani ma anche insegnanti e famiglie.

Latina 18 settembre 2016

 

SISMA CENTRO ITALIA 24 AGOSTO 2014

SISMA CENTRO ITALIA 24 AGOSTO 2016

Care amiche e cari amici,

il grave sisma che ha colpito l’Italia Centrale, oltre lo sgomento provocato ha suscitato uno slancio solidaristico straordinario e tempestivo, anche da parte di noi soci del Rotary Club Latina,  che ha portato i responsabili della Protezione Civile, ai vari livelli, ad affermare che la fase emergenziale iniziale è sotto controllo. Ora questo slancio, spesso spontaneistico, necessita di essere razionalizzato ed organizzato: in questo senso tutte le associazioni di volontariato e di servizio si sono strutturate e si stanno strutturando per conseguire, insieme alle Istituzioni competenti e sotto il coordinamento generale della Protezione Civile, la massima efficienza ed efficacia negli interventi. In questo quadro e secondo questo ordine di idee il nostro Distretto, che, come tutte le associazioni interessate, ha stipulato una convenzione con la Protezione Civile, a valle della quale è stata istituita l’unità di Protezione Civile Distrettuale, con i suoi referenti di Club che sta avviando la propria macchina organizzativa e definendo e affinando le proprie procedure e le proprie attività.

Anche il nostro Club è chiamato ad operare in maniera integrata con le strutture Distrettuali e con gli altri Club, e, nella circostanza, in primis Rieti. Pertanto il 29 Agosto il Consiglio Direttivo, riunito sulle problematiche del post terremoto ha approvato le linee guida relative alle azioni da mettere in essere da ora in avanti e che vi riporto qui di seguito.

1) Gli appelli della Protezione Civile, a non presentarsi sui luoghi del sisma, a non inviare ulteriori materiali di qualsiasi tipologia, a fermare la donazione di sangue, sono rivolti essenzialmente ai privati per evitare confusione nella macchina dei soccorsi. Pertanto sono da evitare azioni spontaneistiche che, ancorché lodevoli sul piano civile, rischiano di essere di ostacolo alla organizzazione generale.

2) Per quanto riguarda la raccolta di materiale è necessario arrestare le attuali iniziative ed attendere le richieste, specifiche e mirate, della Protezione Civile. Al riguardo è probabile che nei prossimi giorni possa pervenire la richiesta di biancheria intima e capi di vestiario anche pesanti: vi invito pertanto a non acquisire questi oggetti, ma a pensare come ottenerli rapidamente allorché la fornitura venga sollecitata.

3) Per l’acquisizione di quanto potrà essere richiesto viene istituito un ” Fondo di Solidarietà ”- sul cc del Club presso Banca Carige – da cui verranno effettuati i pagamenti degli oggetti richiestoci. Per la creazione del Fondo invito tutti i soci ad un versamento minimo di 50€, su base volontaria, da effettuare direttamente alla Sig.ra Bianca che provvederà a riversarlo sul cc suddetto. Ringrazio fin da ora tutti le amiche e gli amici che aderiranno a questa iniziativa straordinaria per un evento straordinario, iniziando dai membri del Direttivo che hanno versato il contributo già in sede di riunione.  Ulteriori versamenti nel Fondo scaturiranno dal pagamento da parte dei soci di due conviviali di cui verrà data tempestiva comunicazione.

4) Viene istituito un punto di raccolta del nostro Club presso l’abitazione della Sig.ra Bianca in via Don Morosini (Grattacelo Pennacchi) ove saranno accumulati gli oggetti richiesti e acquistati da inviare successivamente alla sede Distrettuale dell’Hotel Enea di Aprilia.

5) Circa la iniziale raccolta di fondi di almeno 10€ già lanciata dal Distretto, chi non avesse provveduto può contattare la Sig.ra Bianca o effettuare un bonifico sul cc del Club.

6) Ulteriori raccolte di fondi saranno lanciate relativamente ad attività di ricostruzione che verranno messe in atto conclusa la fase emergenziale. Anche in questo caso le somme dovranno essere riversate nel “Fondo di Solidarietà”, di cui al precedente punto 3), con bonifico o attraverso la sig.ra Bianca. Il Club provvederà poi a riversarle unitariamente al Distretto.

7) Per amici e conoscenti che volessero contribuire attraverso il nostro Club si può suggerire di utilizzare il canale della “RETE DEL DONO”, come indicato dal Distretto.

8) Una ulteriore esigenza che è scaturita e su cui il Rotary si cimenterà, avendo caratteristiche di struttura di servizio (e non di Istituzione caritatevole), è quella di intervenire con proprie risorse professionali sia nell’attuale fase di soccorso che nelle fasi successive di ricostruzione. Vi invito pertanto a comunicare tempestivamente la vostra eventuale disponibilità, che potrà comportare la presenza nei luoghi terremotati, e a comunicarla direttamente alla Sig.ra Bianca.

9) Il coordinamento, per il nostro Club, è affidato al socio referente per la Protezione Civile: ing. Luciano Lepore che opererà in stretto raccordo con lo scrivente e con il consiglio Direttivo, e al quale potrete rivolgervi per chiarimenti e suggerimenti.

10) Le iniziative individuali spontanee assunte come soci rotariani non sono catalogabili come iniziative del nostro Club e pertanto vi esorto a non intraprenderle.

Infine, ringraziandovi per quanto fatto fino ad ora con tempestività e generosità da veri rotariani, vi invito a rispettare le linee comportamentali e procedurali così definite, finalizzate a dare ordine ed efficienza alla operatività del nostro Club nelle fasi successive della specifica circostanza.

Buon Rotary.

Latina, 30 Agosto 2016

Pino